Fondata nel novembre 2012 da Roachee Sachin Gupta e Vivek Prakash, ex studenti dell’Indian Institute of Technology, HackerEarth, inizialmente, come piattaforma di apprendimento, mirava a livellare il campo di gioco per le interviste tecniche degli studenti del campus attraverso esercitazioni su concetti di programmazione, blog, domande di intervista, un editor di codice online e un forum di discussione.

Successivamente, Sachin e Vivek hanno sviluppato questa idea per creare un prodotto di screening tecnico automatizzato che aiuta a reclutare sviluppatori esperti in modo conveniente – lanciando il loro prodotto nel febbraio 2013.

È da HackerEarth che secondo un sondaggio basato su quasi 17.000 sviluppatori suddivisi in 76 Paesi, arriva la notizia: Go di Google è il linguaggio di programmazione più ricercato del 2020, notizia che sembra confermata anche dall’indice Tiobe che per ora lo vede al 12° posto della sua classifica in continua crescita.

go_statistics

Go è un linguaggio di programmazione open source sviluppato da Google. Che venne rilasciato ufficialmente per la prima volta nel lontano 2009. Con compilatori disponibili sia per Linux che Windows che MacOS, Go è progettato per ottimizzare i tempi di compilazione con una sintassi che, fatte alcune eccezioni, si avvicina a quella di C.

Tornando al sondaggio di HackerEarth, il 32% degli sviluppatori esperti sceglierebbe Go come prossimo linguaggio di programmazione da volere imparare a dispetto di linguaggi come Python il cui interesse arriva solo al 24%.

Desiderio anche dettato dal fatto che un linguaggio come Go venga utilizzato, oltre che da Google, da società come Netflix, American Express, Saleforce, IBM, Target, Twitter, Dropbox, Uber, per citarne alcune.

Dal sondaggio emergono anche altri dati: la maggior parte degli sviluppatori utilizza Go come linguaggio per lo sviluppo Web, seguito poi dallo sviluppo di database, programmazione di rete, programmazioni di sistemi e DevOps.

Infine, emerge inoltre che come IDE volto allo sviluppo con Go, gli sviluppatori preferiscano maggiormente utilizzare Visual Studio Code di Microsoft.